Brownies al cacao con gelato al pistacchio

VERDE.. come un prato
VERDE.. come l’erba del più bel giardino
VERDE.. come la speranza di un mondo eco-sostenibile

Il tema del mese si ispira al colore più puro, ad evocare ricette sane e gustose, fresche e genuine come la stagione che stiamo vivendo.
In attesa dei colori vivaci dell’estate, pensiamo a piatti ispirati alla natura e ad atmosfere rilassanti.

Siete pronti a giocare con noi?

Create la ricetta dolce e/o salata che più vi ispira,
GIOCATE CON NOI DI Sei in cucina E CON LA NUOVA
LISTA INGREDIENTI


Ricordate che l’ingrediente chiave del mese è obbligatorio e va abbinato ad almeno altri due ingredienti della lista. Prelevate la locandina qui sotto, preparate la vostra ricetta e GIOCATE!
Usando gli ingredienti della lista del mese, potrete creare la vostra ricetta, prendere spunto o rifare una di quelle proposte da noi.

A partire da oggi troverete sui nostri blog le nostre ricette: 

lamiacasashabby.ifood,it

lamammacuoco.ifood.it

elisainthesweetlife.com

lablondenfarinee.com

lacucinadiziaale.ifood.it

marziabalza.com

 

 

 

BROWNIES AL CACAO CON GELATO AL PISTACCHIO

 

Ingredienti

Per i brownies

100 g di farina 00

70 g di farina di pistacchi

30 g di cacao amaro

1 cucchiaino di bicarbonato

70 g di zucchero di canna

1 uovo grande

5 cucchiai di olio di arachide

130 ml di acqua tiepida

1 yogurt

opzionale: burro di arachidi per la decorazione o crema alle nocciole

 

Per il gelato al pistacchio (da preparare la sera per la mattina)

100 g di latticello (in alternativa yogurt greco)

200 ml di panna da montare

100 g di zucchero a velo

50 g di pistacchi tritati

colorante in gel verde

 

Procedimento

Cominciate dai brownies, mescolando le farine con tutti gli elementi secchi.  A parte mescolate gli elementi liquidi.

Mischiate gli elementi liquidi con quelli secchi, il composto deve risultare piuttosto asciutto, versate in una teglia quadrata o rettangolare, precedentemente rivestita con carta forno inumidita. Livellate bene e versate con un cucchiaino tante palline di burro di arachidi e con uno stuzzicadenti mescolatele all’impasto creando dei decori di fantasia.

Cuocete in forno caldo a 180 per 20 minuti. Fate la prova stecchino che deve uscire asciutto.

 

Per il gelato: Montate la panna con lo zucchero a velo. Una volta montata, mescolatela al latticello, ai pistacchi tritati e al colorante in gel aiutandovi con una spatola in silicone. Versate il composto in un contenitore da freezer e congelate per tutta la notte.

Trifle alle pesche con crema alla ricotta #ilmiopicnic

Finalmente è primavera.

Gli uccellini cantano, le giornate sono più lunghe e affacciarsi alla finestra è un piacere. 

Adoro il primo sole primaverile, tiepido e soave, carico di emozione e buoni propositi per la nuova stagione appena iniziata.

La mente fantastica di prati fioriti, di pic-nic in compagnia, di coperte e risate.

Ho la fortuna di vivere in campagna, di avere un giardino e tanti amici sempre pronti a cuocere sulla brace e passare pomeriggi in spensieratezza e relax. 

Siamo cresciuti in gruppo, tra giochi all’aperto, corse in motorino o in bicicletta, sospiri sulle panchine della piazza del paese, aspettando che passasse quel ragazzo e sussurrando segreti all’orecchio della nostra migliore amica.

Per noi il paesello è sempre statoscil centro del mondo e così anche i prati.

Ho preparato questa ricetta semplice come i sentimenti che mi hanno accompagnato e mi accompagnano da tutta una vita. Semplice come le campagne in cui vivo e le persone che frequento. 

Un dolce al cucchiaio a strati, un Trifle con pesche sciroppate e un’avvolgente crema alla ricotta, dolce e vellutata che ci sta divinamente.

Preparato in barattolo è perfetto per due/tre persone, per affondare insieme il cucchiaio tra risate e compagnia dopo una bistecca alla brace o un panino al sacco.

Spiegate le coperte, è tempo di pic-nic, è tempo di coccole.

Con questa ricetta dolce, partecipo al contest di Non Solo Buono e Le Conserve della Nonna in collaborazione con iFood : Ricette in Vasetto #ilmiopicnic.

Qui trovate la mia ricetta insieme a quelle di tutte le altre colleghe partecipanti al concorso:

http://www.ifood.it/le-conserve-della-nonna-ricette-in-vasetto-ilmiopicnic

Provate questi prodotti genuini, che sanno di candore, di genuinità e di famiglia. Sono buoni e semplici come quelli fatti in casa. Li riconoscete dal coperchio a quadri bianchi e rossi.

Buona primavera,

Veronica

 

Trifle alle pesche con crema alla ricotta 

per due persone

250 g ricotta fresca

250 g panna fresca da montare

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

6 cucchiai di zucchero a velo

18 g di granella di nocciole

2 pesche sciroppate (4 metà)

sciroppo di pesche

liquore all’amaretto

biscotti secchi o savoiardi

Procedimento

Montate la panna a neve semi ferma.

In una ciotola preparate la crema di ricotta, mescolando la ricotta con la vaniglia, le nocciole tritate e la panna montata, incorporata delicatamente e per ultima con movimenti dal basso verso l’alto. Trasferite la crema in una tasca da pasticcere e ponetela in frigorifero a rassodare per una mezzora.

Disponete in una piccola ciotola lo sciroppo di pesche con due cucchiaini di liquore. Bagnate i biscotti e cominciate a comporre il dolce nel vasetto alternando biscotti, cubetti di pesca e crema di ricotta.

Decorate con cubetti di pesca e conservate in una borsa frigo o in frigorifero prima di gustarla.

 

%

Crostata Ananas Cocco e Limone

Finalmente marzo è arrivato, preparandoci alla primavera e lasciando alle spalle freddo e grigiore.

Le giornate si sono allungate, il sole comincia a fare capolino e i dolci invernali lasciano spazio a gusti più esotici e freschi che ci preparano alla bella stagione.

Per la sfida degli ingredienti di questo mese ho preparato un dolce, fresco, originale e facile da realizzare. Perfetto per il fine pasto ma anche per la merenda con un buon succo di frutta…possibilmente esotico!

Crostata ananas cocco limone facilissima

Il tema del mese per #seiincucina è quindi:

SPRING IS IN THE AIR

E quando cominci a sentire sulla pelle il calore del sole…
il suo colore, quel giallo intenso, su tutti gli alberi di mimosa…

le domeniche pigre…le prime gite fuori porta e voglia di respirare salsedine…l’odore della primavera imminente…

È proprio allora che pensi:

SPRING IS IN THE AIR:

IL TEMA DI MARZO!

Create la ricetta dolce o/e salata che il SOLE, il CALDO
e la PRIMAVERA NELL’ARIA vi ispirano e

GIOCATE CON NOI DI Sei in cucina E CON LA NUOVA

LISTA INGREDIENTI

Ricordate che l’ingrediente chiave del mese è obbligatorio e va abbinato ad almeno altri due ingredienti della lista.
Prelevate la locandina qui sopra, preparate la vostra ricetta e GIOCATE!

Usando gli ingredienti della lista del mese, potrete creare la vostra ricetta, prendere spunto o rifare una di quelle proposte da noi.

Qui di seguito le nostre ricette:
Lablondenfarinee – Love, food, lifestyle-
La cucina di zia Ale
Elisa in the SWEET LIFE
Marzia Fine Dining
Lamiacasashabby
La mamma cuocó-Blog

Crostata Ananas Cocco Limone
Write a review
Print
Ingredients
  1. Per la base
  2. 100 g di farina 0 o farina 00
  3. 50 g di farina di cocco
  4. un cucchiaino di estratto di vaniglia
  5. 1 uovo piccolo
  6. 50 g di zucchero
  7. 60 g di burro morbido
  8. Per la crema
  9. 250 g di ricotta
  10. 2 cucchiai di zucchero
  11. 4 cucchiai di farina di cocco
  12. 2 cucchiai di succo di limone
  13. 4 cucchiai di succo di ananas
  14. 4 cucchiai di farina di cocco
  15. la buccia di 1 limone grattugiata
  16. 6 fette di ananas sciroppato tagliate a dadini
Instructions
  1. Nella planetaria o in una ciotola sbattete il burro morbido con lo zucchero. Aggiungete l'estratto di vaniglia e l'uovo e in seguito le farine in tre volte.
  2. Formate un panetto. Stendete la pasta frolla ponendola tra due fogli di carta da forno e ponetela in uno stampo da crostata con fondo removibile, imburrato e infarinato, aiutandovi con la carta da forno che staccherete dalla pasta delicatamente, una volta poggiata la pasta nello stampo. Premete bene la pasta lungo il fondo e il bordo dello stampo e ponete in frigo a riposare per 30 minuti. Nel frattempo accendete il forno a 180° modalità statica e preparate la crema.
  3. In una terrina mescolate la ricotta con tutti gli ingredienti. Tenete da parte due fette di ananas sciroppato per la decorazione finale. Una volta cotta la crostata e raffreddata, riempitela con la crema. Decorate con le ultime due fette di ananas tagliate a dadini oppure con tante fette intere e con riccioli ricavati dalla buccia di limone.
  4. Conservate in frigorifero per un paio di giorni. Servita fredda.
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/

MINI TORTINE AL CACAO per San Valentino

Soffici tortine al cacao e rum, decorate con panna montata e zuccherini, perfette per la festa degli innamorati.

Sono veloci da realizzare e si presentano benissimo.

Per realizzarle, seguite il mio tutorial DIY con foto passo-passo, su iFood:

CLICCA QUI PER RICETTA E TUTORIAL: http://www.ifood.it/ricette/2017/02/tortine-di-san-valentino.html

A prestissimo con altre ricette romantiche e di impatto per la festa più romantica che ci sia.

Buon weekend <3

MUG CAKE in forno al doppio cioccolato

Tutti abbiamo sentito parlare di Mug Cake almeno una volta. Quelle spettacolari tortine cotte direttamente in tazza nel forno a microonde in un paio di minuti.

Si mischiano tutti gli ingredienti direttamente in tazza e in due minuti di orologio si cuoce.

Chi come me non ha mai acquistato il microonde perché non ne sente la necessità ha sempre dovuto rinunciare a questo dolcetto veloce, da divano, per le voglie improvvise e poco tempo o voglia.

Grazie alla mia amica Giorgia del blog Sognoincucina, ho scoperto che questa magia si può compiere anche nel classico forno, basta avere l’accortezza di:

  1. utilizzare degli stampini in ceramica monodose, da soufflé al posto delle comuni tazze.
  2. far cuocere le mug cake almeno 10 minuti come i muffin.

La ricetta è di una semplicità disarmante ma credo che possiate adattare qualsiasi ricetta da Mug Cake, con l’accortezza appunto di estendere i minuti di cottura.

La ricetta che ho provato è quella di Giorgia ed è senza burro e senza uova, arricchendola poi con i Torroncini MORBIDELLI Sperlari trovati nella Degustabox, è golosissima.

Se preferite però il gusto classico, aggiungete almeno 1 uovo.

Mug Cake in forno classico
Serves 1
Write a review
Print
Ingredients
  1. 4 cucchiai di farina 00
  2. 6 cucchiai di latte
  3. 1 cucchiaio di zucchero
  4. 1 cucchiaio di cacao amaro
  5. 3 torroncini morbidi ricoperti di cioccolato (oppure tre cubetti di cioccolato a piacere)
  6. 1/2 cucchiaino di lievito per dolci oppure bicarbonato
Instructions
  1. Mischiate tutti gli ingredienti (ad eccezione dei torroncini) direttamente nella tazza.
  2. Una volta amalgamati in una consistenza densa e liscia, inserite al centro un torroncino ricoperto di cioccolato bianco oppure un cubetto generoso di cioccolato bianco.
  3. Cuocete in forno già caldo a 180 per 10 minuti.
  4. Una volta pronta, decorate con panna montata e torroncini o cubetti di cioccolata, che si scioglieranno. Gustare subito.
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/

 

CREMA AL CAFFE’

Ecco la ricetta della crema al caffè fatta con voi su Snapchat nel nostro account RICETTEPERPASSI per la rubrica dedicata alle ricette con il Bimby.

Una crema vellutata, buonissima sia calda come dolcino al cucchiaio per concludere una cenetta, oppure fredda per farcire torte, bigné, cupcake, qualsiasi cosa vogliate.

Su Snapchat abbiamo visto come realizzarla con il bimby, qui vi scriverò sia la ricetta bimby che la versione in casseruola, per chi il bimby non ce l’ha.

CREMA AL CAFFE’ BIMBY

150 g di zucchero semolato

500 g di latte intero (io Zymil)

2 uova

100 g di caffè ristretto

60 g di farina 0

30 g di burro morbido

1 pizzico di sale fino

Procedimento

Versate tutti gli ingredienti nel vostro bimby.

Cuocere 8 minuti, 90°, velocità 4.

A fine cottura, versare la crema in un contenitore e coprire con la pellicola a contatto. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente.

Una volta fredda usare per farcire torte o dolci oppure conservare in frigorifero fino a 3-4 giorni in un contenitore ermetico.

In alternativa versare nei bicchieri e servire calda, insieme a qualche biscottino sbriciolato, gocce di cioccolato, cialde e chi più ne ha più ne metta.

Non smetterete più di riempire il cucchiaio, vi ho avvisata 🙂

 

Per chi non ha il bimby:

In una casseruola versate il latte e il caffè. Accendete il fuoco e scaldate il liquido senza portare a bollore.

In una terrina, sbattete il burro morbido con lo zucchero, unite le uova e infine la farina.

Quando il composto di latte e caffè sarà ben caldo (ma non bollente), unite i restanti ingredienti amalgamati insieme.

Mescolate tutto a fuoco basso, fino a quando la crema si sarà addensata.

Togliete dal fuoco e trasferite in un contenitore (vedi sopra)

Crema_al_caffé_velocissima

 

Una crema golosa e avvolgente per coccolarci davanti alla tv o come dessert dopo una cenetta sfiziosa.

Ottima anche per farcire torte da colazione come questa.

Crostata gelato

IMG_7996

Oggi inauguriamo il mese di agosto con un dolce che vi stupirà.

Si prepara in anticipo ma ci vogliono poche mosse per prepararlo.

Vi serviranno: biscotti, burro, gelato e frutta fresca.

Un dolce magico per coccolare ospiti improvvisi o semplicemente per le voglie improvvise di dolce, soprattutto ora che con il caldo non si ha voglia di accendere il forno.

Ingredienti

300 g biscotti secchi tipo grancereale al cacao

150 g burro

250 g gelato alla stracciatella

frutta fresca (io pesche, prugne selvatiche e fragole)

 

Procedimento

In un frullatore frullate i biscotti secchi

Sciogliete il burro in un pentolino e unitelo al trito di biscotti frullando per amalgamare i due elementi

Disponete il composto in una teglia da crostata, distribuitelo bene livellando, di modo da formare la base della torta e ponete in frigorifero a compattarsi bene per almeno 15 minuti.

Una volta pronta la base prendete il gelato e spalmatelo uniformemente sopra la base di biscotto.

Continuate facendo un secondo strato di gelato, questa volta porzionato a palline.

Decorate con frutta fresca a pezzetti

Ponete in freezer per almeno due ore prima di servire.

crostata-facile-con-gelato-ricetta-veloce-senza-cottura

 

 

Muffin alle ciliegie senza lattosio

IMG_7442

I Muffin alle ciliegie senza lattosio sono un ottimo dolcetto per utilizzare le ciliegie. Sono gustosi ma leggeri per l’assenza del lattosio, quindi perfetti per chi soffre di intolleranza ai latticini.

Sono semplici da fare, basta infatti amalgamare gli ingredienti con una frusta. Sporcherete due ciotole soltanto, una per l’impasto e una per montare gli albumi a neve. Questi daranno infatti morbidezza all’impasto.

IMG_7392

 

Muffin alle ciliegie senza lattosio
Write a review
Print
Ingredients
  1. 4 uova
  2. 100 gr di zucchero
  3. 100 gr di ciliegie denocciolate
  4. 1 bicchiere di olio di semi
  5. 1 pizzico di sale
  6. 1 cucchiaio di estratto di vaniglia
  7. 1 bustina di lievito per dolci
Instructions
  1. In una ciotola sbattete 2 uova con lo zucchero.
  2. Aggiungete la farina setacciata con il lievito e il pizzico di sale, poca alla volta, alternandola all'olio di semi.
  3. Unite le ciliegie.
  4. Se l'impasto risultasse troppo denso unite mezzo bicchiere di latte di soia.
  5. Infine montate a neve ferma gli albumi e uniteli all'impasto delicatamente, mescolando dall'alto verso il basso con una spatola in silicone.
  6. Cuocete in forno già caldo, a 180 per circa 20-25 minuti in uno stampo da muffin in silicone.
  7. Se non lo avete, utilizzate quello in alluminio imburrato e infarinato oppure con i pirottini di carta.
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/
PicMonkey Collage

IMG_7414 IMG_7434IMG_7483 IMG_7484IMG_7487

Biscotti al cocco velocissimi

IMG_7512

Questi biscotti al cocco sono furbi, veloci e buonissimi. Si fanno in pochi minuti e bastano solo 3 ingredienti.

Potete divertirvi a glassarli come più vi piace: con cioccolato fondente e granella di nocciole, cioccolato bianco e granella di pistacchi, cioccolato al latte e cereali sbriciolati..

Vi chiederanno la ricetta e resteranno senza parole, nello scoprire che oltre ad essere buonissimi, sono semplicissimi da fare e hanno anche pochissime calorie. Per renderli ancora più light e adatti ad un regime alimentare dietetico, in vista dell’estate, io elimino addirittura lo zucchero, facendoli soltanto con farina di cocco e albumi.

Una vera bontà senza sensi di colpa. A prova di abito da sposa 😉

In fondo al post trovate la mia video-ricetta tratta dal canale Snapchat di Ricette per passione (Ricetteperpassi)

IMG_7520

Biscotti al cocco velocissimi e light
Write a review
Print
Ingredients
  1. 180 g farina di cocco
  2. 120 g zucchero a velo (io solo 60 grammi)
  3. 2 albumi d'uovo
Instructions
  1. In una ciotola inserite tutti e tre gli ingredienti
  2. Accendete il forno a 180 gradi
  3. Mescolate gli ingredienti con un cucchiaio fino ad ottenere una consistenza umida che vi permetta di formare delle palline con le mani. Se il composto risultasse troppo asciutto, aggiungete un cucchiaino di liquore se vi piace, oppure altro albume.
  4. Formate con le mani tante piccole palline e adagiatele su una teglia coperta con carta forno.
  5. Infornate e cuocete in forno caldo per circa 10-15 minuti, fino a leggera doratura.
  6. Fate raffreddare i biscottini nella teglia, altrimenti potrebbero rompersi.
  7. Rimuoveteli una volta raffreddati e glassateli come preferite, oppure gustateli al naturale, sono comunque buonissimi!
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/
IMG_7533 IMG_7534 IMG_7535 IMG_7541

Torta persiana dell’Amore

IMG_7173

Le rose continuano a fare da protagoniste sul mio blog. Questa volta donano aroma e profumo ad un  dolce molto profumato e particolare.

In questa torta convivono tanti aromi diversi, che donano carattere e gusto: i pistacchi, le mandorle presenti sia nella farina che nel latte, il cardamomo, lo zafferano.

Un dolce  buonissimo e dal sapore orientale che ho conosciuto grazie al gruppo di Re-cake 2.0.

Questa la mia TORTA PERSIANA DELL’AMORE, per continuare a dare al mio blog un’aria super romantica in attesa del grande giorno.

Provatela, è facile da realizzare e vi farà innamorare. Non ne avanzerà nemmeno una fetta. GARANTITO!

Ecco la ricetta:

13131632_952230584874629_6001234323768103993_o

IMG_7161 IMG_7182 (2) IMG_7187 (2) IMG_7191 (2) IMG_7194 (2) IMG_7220 (2) IMG_7222 (2) IMG_7237 (2) IMG_7272 (2)

 

 

 

 

 

 

Nidi di Pavlova

IMG_6161

La Pavlova è un dolce tipico dell’Australia e della Nuova Zelanda. Si narra che sia stata inventata da uno chef di Wellington in onore di una ballerina di nome appunto Anna Pavlova.

La particolarità di questo dolce è di essere croccante fuori e morbido e scioglievole all’interno. Si presta alla monoporzione e a farciture fresche come creme alla panna e frutti estivi.

Io mi sono divertita, facendo diventare le monoporzioni dei piccoli nidi pasquali.

Questo dolce è incredibilmente facile da fare, dovete solo stare attenti alla cottura in forno che deve essere molto lenta e a basse temperature, altrimenti l’interno rischia di asciugarsi troppo, trasformando il dolce in una meringa secca.

Con questa ricetta concludo il ciclo di ricette pasquali e auguro a tutti voi una serena Pasqua fatta di pace, amore e relax.

Veronica

Nidi di pavlova
Write a review
Print
Ingredients
  1. Per 4 monoporzioni
  2. 60 g di albume d'uovo (circa 2 albumi) a temperatura ambiente
  3. 60 g di zucchero a velo
  4. 60 g di zucchero semolato
  5. Nella ciotola della planetaria mischiate i due zuccheri
  6. Togliete un terzo del composto e tenete da parte
  7. Aggiungete gli albumi ai 2/3 di zucchero e montate a neve con la planetaria a velocità media per almeno 10-15 minuti fino a quando otterrete una meringa lucida e gonfia che forma il classico becco d'oca bello fermo sulla frusta.
  8. Facendo attenzione a non smontare la meringa, aggiungete lo zucchero rimanente ed amalgamate con movimenti delicati dal basso verso l'alto.
  9. Riempite una tasca da pasticcere con bocchetta a stella e formare due giri di meringa su una teglia rivestita con carta forno, facendo attenzione a lasciare il buco in mezzo del vostro "nido".
  10. Cuocete in forno caldo a 105 gradi per 30 minuti circa. Al tatto il guscio esterno deve risultare cotto e quindi secco ma all'interno deve restare morbida.
  11. Lasciate raffreddare in forno spento con sportello leggermente aperto.
  12. Farcire e decorare a piacere.
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/

IMG_6163

PicMonkey Collage

IMG_6164 IMG_6165

Salame di cioccolato al panettone (videoricetta)

Anche quest’anno in un battibaleno è arrivata l’epifania, che tutte le feste si porta via.

Vivo ogni anno questo momento in maniera infantile e traumatica. 

Smantellare l’albero di natale e tornare alla normalità lascia un vuoto in casa e dentro per qualche giorno.

Aspetto il Natale con ansia, fin dagli ultimi giorni di novembre. Preparo biscotti, penso alle ricette da realizzare nelle giornate di festa, penso ai regali che farebbero felici i miei cari e mi immergo nel clima natalizio per un mese intero.

Quando arriva la befana, proprio non ne voglio sapere.

Vi propongo così un dolcetto, che non solo vi farà riciclare gli avanzi di panettone, ma vi farà rimanere attaccati all’atmosfera e ai gusti del Natale ancora per qualche giorno.

La ricetta è tratta dal sito della rivista Sale & Pepe. Seguendo le dosi originali, vi verrà un dolce morbido. Se volete una versione più compatta e croccante, vi consiglio di utilizzare un panettone genovese, più simile ad una frolla rispetto a quello morbido di Milano, oppure di raddoppiare la dose di mandorle, aggiungendo anche qualche biscotto sbriciolato.

Mentre smantellerete i vostri addobbi, gusterete ancora per un po’ il sapore dei canditi e l’aroma del panettone, in un dolce versatile, adatto alla colazione, alla merenda e anche al dopo pasto.

In cima al post trovate anche la mia videoricetta (https://youtu.be/kjMPL66GOeE). Questa volta mi sono filmata da sola, per cui vedrete solo le mie mani.

Ho deciso di filmarmi più spesso, ogni volta che posso, intervallando questi video veloci, ad altri più completi come quello dei macarons fatto per Natale. Che ne pensate?

Un bacione e buon rientro alla normalità

Veronica

IMG_5132

Salame di cioccolato al panettone
Write a review
Print
Ingredients
  1. 250 g di panettone
  2. 150 g di burro a temperatura ambiente
  3. 50 g di mandorle pelate
  4. 140 g cacao amaro
  5. 1 dl di latte
  6. 1 dl di caffè
  7. 150 g di zucchero semolato
  8. 1 uovo
  9. zucchero a velo per la decorazione finale
Instructions
  1. In una ciotola, mischiate il burro con lo zucchero, l'uovo, il cacao e il caffè, amalgamando tutti gli ingredienti in una crema.
  2. Tagliate il panettone a dadini e le mandorle a pezzetti con un coltello. Mischiate e bagnate con il latte.
  3. Mischiate il composto con la crema al cacao e amalgamate.
  4. Con le mani bagnate, date al composta la classica forma allungata e fasciate con pellicola alimentare.
  5. Riponete in frigorifero per almeno 3-4 ore.
  6. Togliete la pellicola e fate passare il salame nello zucchero a velo (in alternativa nel cacao amaro.)
  7. Tagliate a fette e gustate a temperatura ambiente.
Notes
  1. Con queste dosi uscirà un dolce piuttosto morbido.
  2. Se volete una versione più croccante, raddoppiate la dose di mandorle e aggiungete dei biscotti secchi a pezzetti. In alternativa al panettone classico, potete usare quello basso genovese, più croccante e biscottato.
  3. Il salame al cioccolato si conserva in frigorifero ben chiuso per massimo 2 giorni.
Adapted from Sale & Pepe
Adapted from Sale & Pepe
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/
 IMG_5134

IMG_5135 IMG_5136

 

Tortine di Crêpes al cacao con Camy cream

IMG_4436

Ieri ho cominciato a provare qualche ricetta furba per il pranzo di Natale, così da arrivare preparatissima.

Navigando su pinterest ho visto qualche settimana fa una torta di Crêpes meravigliosa, ricoperta di panna montata e decorata con tante ciliegine rosse.

Ho detto: provo! Così, mi sono messa a fare una pila di crêpes al cioccolato. Al momento di assemblarle per formare la torta ho cambiato programma e ho deciso di provare a fare delle tortine monoporzione con tante stelline. Non sono adorabili?

Provate anche voi, è davvero semplicissimo. 

Se non avete un taglia biscotti a forma di stella potete usarlo rotondo, quadrato, a fiore o a cuore. Insomma, spazio alla fantasia.

Per la farcitura, ho fatto una sorta di Camy Cream, bella vellutata e corposa.

Andate anche a vedere cosa hanno preparato Alessandra, Elisa e Lisa!

Pronte a divertirvi con noi?

Tortine di crèpes al cacao con Camy Cream
Deliziose tortine di crèpes al cioccolato a forma di stella, farcite con camy cream
Write a review
Print
Ingredients
  1. Per le crèpes al cioccolato
  2. 250 g di farina 00
  3. 40 g di cacao amaro
  4. 4 uova
  5. 5 cucchiai di zucchero semolato
  6. 1/2 litro di latte
  7. 1 cucchiaio di olio per la crepiera
  8. Per la Camy Cream
  9. 250 g di mascarpone
  10. 125 ml di panna liquida da montare
  11. 3 cucchiai di zucchero a velo
Instructions
  1. In una ciotola capiente sbattete le uova e poco alla volta cominciate ad incorporare le farine (farina e cacao) alternandole con lo zucchero semolato, fino ad ottenere un composto bello denso e senza grumi
  2. Aggiungete il latte poco per volta fino ad ottenere un impasto fluido, quasi liquido ma non troppo.
  3. Nel caso fosse troppo denso aggiungete latte. La densità dipende molto dalla grandezza delle uova e dal fatto che io faccio sempre a occhio per cui le dosi potrebbero essere leggermente imprecise 😉
  4. Dovete quindi ottenere un impasto bello fluido e privo di grumi
  5. Scaldate una padella antiaderente o una crepiera e ungetela con un cucchiaio di olio, aiutandovi con un pennello in silicone
  6. Versate un mestolo di impasto nella padella e fatelo scivolare bene ruotando la padella, di modo che vada a ricoprirne tutto il fondo
  7. Quando si formeranno le bollicine in superficie, potete girare la crèpe
  8. Impilate le crèpes in un piatto e procedete con la crema
  9. Montate a neve la panna montata
  10. In una ciotola versate il mascarpone e incorporare la panna con una spatola, delicatamente
  11. Infine unite lo zucchero a velo e spatolate fino ad ottenere una crema vellutata
  12. Con un taglia biscotti, ricavate tante stelline dalle vostre crèpes
  13. Riempite una tasca da pasticcere con la crema e componete le tortine
  14. In cima decoratele con una ciliegina candita
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/
IMG_4429 IMG_4432 IMG_4446

IMG_4447

Macarons con ganache fondente al mandarino

IMG_4166p

Imparare a fare i Macarons è un po’ come superare un esame tanto temuto con lode.

Quando poi si utilizza una ricetta favolosa dal gusto celestiale, la soddisfazione è tripla.

Questo è stato il mio terzo tentativo in 3 anni diversi. Tre anni fa, frequentai un corso serale proprio su questi dolcetti ma riprovando a casa non mi riuscirono, o meglio riuscirono ma brutti e gommosi. Non avevo il termometro per misurare la temperatura dello sciroppo e probabilmente fu quello l’errore principale, oltre al fatto di aver utilizzato coloranti liquidi che sono da evitare, perché vanno a modificare la composizione del dolce.

Lo scorso inverno ritentai, usando una ricetta diversa, presa da un libro. Questa volta usai il bimby. Questi non erano affatto male ma il colore perse intensità in cottura perché usai il colorante in fase di montatura della meringa. La ricetta la trovate qui sul blog e per chi non ha un termometro ma ha il bimby possono essere una buona variante.

Con questa ricetta ho raggiunto un risultato strepitoso. Mai avrei pensato di fare dei macarons buoni come quelli che abitualmente mangio in una pasticceria che adoro e che li fa buonissimi. 

La ricetta è quella di Pierre Hermé e la sfida parte da Re-Cake 2.0. Grazie alle ragazze dello staff per averci coinvolte in questa impresa e per averci insegnato questa arte.

La mia famiglia è rimasta a bocca aperta, non riuscivano a smettere di mangiarli! Ora dovrò rifarli a breve per farli assaggiare a tutti!

Alcune dritte per fare dei macarons perfetti:

  1. Usare coloranti in polvere e usarne POCO. Solo la punta di un coltello.
  2. Misurare la temperatura dello sciroppo, che deve arrivare e non superare i 115°. Se non avete il termometro sappiate che acqua e zucchero devono sobbollire un po’, almeno qualche minuto e lo sciroppo è pronto quando le bolle sono belle grandi e tirandolo su con un cucchiaio dal pentolino si forma un filo omogeneo che cade ininterrotto.
  3. La farina di mandorle e lo zucchero a velo (TPT) vanno setacciati insieme per almeno 3 volte, ottenendo una polvere finissima.
  4. La fase di MACARONAGE deve avvenire velocemente, spatolando delicatamente dal basso verso l’alto e il composto deve essere bello denso, non liquido.
  5. Per ottenere dei bei colori pastello accesi come i miei, mettete il colorante insieme all’albume crudo nel TPT  e mischiate.
  6. Per ottenere una forma perfetta è fondamentale anche l’uso del sac à poche. Schiacchiate tenendolo in verticale e staccate velocemente l’impasto. Se resta la puntina, bagnatevi un dito e premete leggermente. Non effettuate movimenti concentrici.
  7. Sbattete la teglia sul tavolo prima del riposo e lasciate riposare almeno 1 ora. Si possono infornare quando sfiorandoli con un dito non si attacca all’impasto. 
  8. Io mi trovo bene facendo mezza dose alla volta. In questo modo non rischio di pesare male l’albume e ne uso 1 per la meringa e 1 da mettere a crudo nel TPT (quindi 75 gr di farina di mandorle e 75 di zucchero a velo, 75 di zucchero semolato per lo sciroppo e 18 gr di acqua).

Direi che ho detto tutto, ora siete obbligati a provarli e a mandarmi le vostre foto usando l’hashtag #ricetteshabby <3

Regalateli a Natale inserendoli in piccole Sac à poche trasparenti, legate in cima con un nastrino rosso e farete felici grandi e piccini!

IMG_4082 IMG_4088IMG_4107IMG_4100IMG_4090IMG_4179pIMG_4142

Grazie ancora RE-CAKE! 

recake2.0 -1a (1)

Macarons con ganache fondente al mandarino
Write a review
Print
Ingredients
  1. Per la ganache cioccolato-clementina
  2. 150 gr di cioccolato fondente
  3. 100 gr di panna fresca liquida intera
  4. 3 clementine, (1 per recuperare la scorza, 2-3 per il succo di frutta)
Per i macarons (ricetta di Pierre Hermé)
  1. 150 gr di zucchero semolato
  2. 150 gr mandorle tritate
  3. 150 gr di zucchero a velo
  4. 55 gr + 55gr di albume a temperatura ambiente
  5. 37 g di acqua
  6. la punta di un coltello di colorante arancione
  7. Scorza grattugiata finemente di una clementina
PROCEDIMENTO
  1. Iniziate preparando la ganache,così ha tutto il tempo di raffreddarsi
  2. In una piccola casseruola, scaldare la panna con la scorza di una Clementina.
  3. Lasciare in infusione per almeno mezz'ora coprendo il tegame. A questo punto filtrare il tutto, scaldare nuovamente la crema qualche secondo e unirvi il cioccolato precedentemente tritato finemente. Prima di mescolare, lasciar passare un minuto a questo punto mescolare delicatamente dal basso verso l'alto per uniformare il composto. Unire il succo delle clementine (50 gr) e mescolare ancora un pochino.
  4. Versare la ganache in un piatto (possibilmente piatto) e mettere una pellicola a contatto. Lasciate riposare almeno un'ora. Volendo potete preparare la ganache la sera prima e conservarla in frigo.
  5. Preparazione dei macarons
  6. 1 – Per prima cosa bisogna preparare quello che tecnicamente viene definito TPT (tant pour tant) ovvero la miscela in parti uguali di zucchero a velo e farina di mandorle. Setacciate bene per almeno 2-3 volte la farina di mandorle insieme allo zucchero a velo in una ciotola.
  7. 2 – In un pentolino mettete lo zucchero e l’acqua. Dovete portarlo a ebollizione fino a quando diventa uno sciroppo. Deve raggiungere e non superare i 115°C.
  8. 3 – A parte iniziate a montare 55 gr di albumi, cominciate lentamente per poi via via aumentare la velocità.
  9. 4 – Una volta che lo sciroppo ha raggiunto la temperatura di 115°C versatelo a filo sugli albumi montati a neve. Continuate a sbattere per almeno altri 10 minuti la meringa, in questo modo si raffredda un pochino.
  10. 5 – Nella ciotola dove avete precedentemente preparato il TPT, unite ora gli altri 55gr di albumi. Inserite la scorza grattugiata della clementina e il colorante (l’ideale sarebbe utilizzare i coloranti in pasta perché si amalgamano meglio, vanno bene anche quelli in polvere, sono un po’ meno pratici ma funzionano lo stesso) quindi mescolate per amalgamare.
  11. 6 – Ora inizia la fase di MACARONAGE ovvero usando una spatola morbida (il classico leccapentole è perfetto) si inizia a incorporare prima una piccola quantità di meringa al composto sopra ottenuto (punto 5) e via via si aggiunge il resto mescolando dal fondo verso l’alto e dai bordi verso l’interno del recipiente.
  12. Questo passaggio è Importantissimo, mescolando andremo a rompere un pochino la meringa per ottenere un composto liscio, omogeneo e un pochino fluido. Non dovete ottenere un composto liquido, mi raccomando!
  13. 7 – Passaggio successivo: il POCHAGE. Inserite il composto in una sacca da pasticceria con bocchetta di 6 o 8 mm. In un foglio di carta forno tracciatevi lo schema dei macarons ovvero dei cerchi distanziandoli tra di loro. Questo foglio lo inserirete sotto il foglio di carta forno dove andrete a lavorare e poi lo sfilerete con attenzione.
  14. 8 – Ultimo passaggio: il CROUTAGE! Altro non è che il tempo di riposo che serve per far sì che il guscio si secchi un pochino per permettere in cottura la formazione del classico collarino.
  15. Ci vuole almeno un’ora, a ogni modo capirete che sono pronti per la cottura quando sfiorandoli leggermente la pasta non si attaccherà al dito.
  16. 9 – Cucinateli a 150° per 14 minuti. Una volta sfornati con attenzione spostate la carta forno e toglietela dalla placca. L’ideale sarebbe appoggiarla su un piano freddo .. questo per favorire meglio il distacco.
  17. AVETE QUASI FINITO!!!!!
  18. 10 - Pelate a vivo le clementine e tagliatele a fettine sottili.
  19. 11 - Riempite una sac a poche con la ganache, farcite la metà di un guscio di macaron, aggiungete la fettina di clementina e chiudete con un'altro guscio.
  20. Et Voilà!!!!!!!!!!!!!
  21. Conservate i vostri macarons in frigo, toglieteli 2 ore prima di servirli!
  22. BUON DIVERTIMENTO!!!!!!
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/

Sponge Cake agli agrumi

picmon

25 novembre.

E’ tempo di cominciare a programmare il menù natalizio e soprattutto di pensare ai dolci da regalare oppure offrire durante le festività.

In una tavola natalizia non può mancare un dolce vestito a festa, per rendere la casa ancora più calda e festosa, coccolando amici, parenti e anche sè stessi.

Questa torta è facile da fare e decorare. Basterà organizzarsi e prepararla in anticipo seguendo alcune fasi di riposo in frigorifero.

Per la decorazione usate fette d’arancia o limone e qualche frutto rosso. Io avevo ancora dei melograni bio ma sono perfetti anche i mirtilli rossi essiccati, che fanno tanto Natale.

Divertitevi nella preparazione e godete di questo dolce senza sensi di colpa. A Natale ogni sgarro vale 😉

Veronica

PicMonkey CollageIMG_4023

Sponge Cake agli agrumi
Write a review
Print
Ingredients
  1. Per la torta
  2. 200 g di farina 00 (io farina 0)
  3. 200 g di burro a temperatura ambiente
  4. 3 uova a temperatura ambiente
  5. 200 g di zucchero semolato
  6. 1 pizzico di sale
  7. 1 bustina di lievito vanigliato per dolci
  8. 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  9. 2 arance spremute per la bagna
  10. 1 arancia a fette e 1 limone a fette per la decorazione
  11. chicchi di melograno oppure mirtilli rossi o ribes per la decorazione
  12. per la crema al burro
  13. 150 g di burro a temperatura ambiente
  14. 300 g di zucchero a velo
  15. 50 g di succo di arancia
  16. Cioccolato fondente per la decorazione circa 100 g
Instructions
  1. Setacciate la farina con il lievito e il pizzico di sale.
  2. Lavorate il burro a cubetti con lo zucchero fino ad ottenere una crema.
  3. Unite la farina poco alla volta alternandola alle uova intere.
  4. Per ultimo unite l'estratto di vaniglia.
  5. Infornate in uno stampo da 22 cm a 160° modalità statica per circa 1 ora. Lo stecchino deve uscire asciutto.
  6. Fate raffreddare la torta su una gratella e dedicatevi alla crema al burro.
  7. Con una spatola rendete il burro a pomata e aggiungete lentamente lo zucchero a velo setacciato poco alla volta. Per ultimo unite il succo d'arancia. La crema si gonfierà e diventerà vellutata. Se vi piace il gusto, unite anche la scorza di 1 arancia e quella di 1 limone bio grattugiate.
  8. Tagliate la torta in tre dischi di egual spessore.
  9. Bagnate ogni strato con succo d'arancia e farcite con crema al burro.
  10. Spatolate la crema al burro lungo tutta la circonferenza della torta, livellandola bene e togliendo ogni eccesso. Cercate di rendere la superficie regolare e mettete in frigo a riposare per almeno 1 ora.
  11. Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria o al microonde.
  12. Tirate fuori dal frigo la torta e rovesciate il cioccolato sulla torta con movimenti circolari, aiutatevi con una spatola per livellare bene la superficie e far colare bene il cioccolato.
  13. Adagiate le fette di arancia e i frutti rossi e riponete nuovamente in frigo.
  14. Tirate fuori dal frigo almeno 15 minuti prima di servire.
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/

Cupcakes alla marmellata

Cupcakes_marmellata

I Cupcakes sono dei dolcetti che adoro. Perfetti per la colazione, per la merenda, come dessert e per party e festività e inoltre sono velocissimi e facilissimi da preparare. Il segreto per un cupcake morbido è lavorare pochissimo l’impasto.

Per questa versione non serve alcun attrezzo. Solo le vostre mani e una forchetta per rendere il burro a pomata e amalgamarlo velocemente allo zucchero.

IMG_2657 IMG_2649

Cupcakes alla marmellata
Write a review
Print
Ingredients
  1. 2 uova
  2. 70 g di burro
  3. 140 g di farina 00
  4. 2 cucchiai di latte
  5. 100 g di zucchero semolato
  6. 10 g di lievito in polvere
  7. 1 pizzico di sale
  8. 2 cucchiaini di marmellata a piacere
Instructions
  1. In una ciotola rendere il burro morbido a pomata e amalgamarlo allo zucchero, lavorandolo per almeno 5 minuti con una forchetta.
  2. Aggiungere la farina setacciata con il lievito e il pizzico di sale e mescolare bene.
  3. Unire le uova al composto, una alla volta.
  4. Unire la marmellata e infine il latte.
  5. Accendere il forno a 180° modalità statica.
  6. Riempire una teglia da cupcakes o dei pirottini in silicone con l’impasto con l’aiuto di due cucchiai.
  7. Cuocere in forno caldo per 20 minuti.
  8. Decorare con panna montata e zuccherini.
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/

Tarte alla zucca

IMG_3904_1

Dopo la Composta di zucca, ecco un’idea carina per utilizzarla.

Un dolce monoporzione per peccare a cuor leggero.

Una frolla al cacao amaro, avvolge il dolce sapore vellutato della composta di zucca, regalando un abbinamento sublime.PicMonkey CollageIMG_3895

Tarte alla zucca
Write a review
Print
Ingredients
  1. 50 g zucchero
  2. 1 etto e 1/2 di burro
  3. 1 etto di farina
  4. 50 g di cacao amaro
  5. 1 pizzico di sale
  6. 1 uovo
  7. Confettura alla zucca
  8. Mandorle
Instructions
  1. Con una frusta sbattere l'uovo con il burro ammorbidito, fino ad ottenere una crema.
  2. Unire il pizzico di sale e la farina mischiata al cacao a pioggia.
  3. Praticare un buco al centro dell'impasto e unire l'uovo.
  4. Continuare ad impastare, fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.
  5. Avvolgere in pellicola per alimenti e riporre in frigorifero a riposare per 30 minuti.
  6. Stendere la pasta e con l'aiuto di un taglia biscotti, ricavare tanti fiorellini oppure dei cerchi.
  7. Imburrare e infarinare una teglia da muffin (io ho usato uno staccante spray) e inserire un fiore di pasta per ogni spazio.
  8. Inserire la confettura con l'aiuto di due cucchiaini e livellarla bene. Decorare con una mandorla al centro.
  9. Riporre in frigorifero 30 minuti e intanto accendere il forno a 180°.
  10. Cuocere in forno caldo per 20 minuti circa.
  11. Lasciarli raffreddare prima di tirarli fuori dallo stampo.
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/

Clafoutis pesche e cioccolato

IMG_2962

Questo mese partecipo nuovamente a RE-CAKE 2.0 con un classico della tradizione dolciaria francese: il Clafoutis.

Mia zia, originaria della Provenza, lo fa sempre con le ciliegie. 

Io ve lo propongo con le pesche. Ne avevo ancora delle nostre e ne ho approfittato per gustarmi ancora un briciolo di estate in questo inizio di autunno.

Buonissimo e velocissimo da fare, ve lo consiglio!

Provatelo anche con pere e cioccolato come nella ricetta di Gabila Gerardi del blog Pane dolce al cioccolato.

PICM

PICMO

 

Clafoutis pesche e cioccolato
Serves 4
Un classico della tradizione dolciaria francese
Write a review
Print
Prep Time
10 min
Cook Time
30 min
Total Time
40 min
Prep Time
10 min
Cook Time
30 min
Total Time
40 min
Ingredients
  1. 2 pesche a fettine
  2. 50 g di cioccolato fondente a scaglie
  3. 200 ml di latte fresco
  4. 200 ml di panna fresca
  5. 2 uova
  6. 2 albumi
  7. 150 g di farina 00
  8. 125 g di zucchero semolato
  9. 1 baccello di vaniglia
  10. burro q.b.
  11. sale q.b.
  12. zucchero a velo q.b.
Instructions
  1. Per prima cosa tagliate le pesche a fettine e mescolatele con 25 gr di zucchero. Disponetele in una tortiera precedentemente imburrata.
  2. In una terrina setacciate la farina, unite il restante zucchero, i semi della bacca di vaniglia e il sale.
  3. A parte, invece, sbattete le uova con gli albumi, uniteli quindi agli ingredienti secchi e mescolate con cura. Aggiungete il latte, la panna e versate il composto sulle pere.
  4. Cospargete con le scaglie di cioccolato e infornate a 180° per 35 minuti circa.
  5. Una volta cotto il clafoutis, lasciar intiepidire e cospargere con abbondate zucchero a velo, quindi servire.
Notes
  1. Si conserva in frigorifero coperto da pellicola per 2-3 giorni.
  2. Tirare fuori 10 minuti prima di servire.
Adapted from Panedolcealcioccolato di Gabila Gerardi
Adapted from Panedolcealcioccolato di Gabila Gerardi
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/

IMG_2985recake2.0 -1a (2)

Cioccolatini ripieni al lampone e peperoncino

IMG_2777

Nata nel 2011, l’azienda agricola Massimiliano Biaggioli, è specializzata nella produzione di lamponi e produttrice di composte naturali, a basso tenore zuccherino, il cui tratto distintivo, è caratterizzato dalla presenza di spezie e aromi unici. Nella produzione sono presenti varianti eccezionali, per citarne solo alcune alla cannella, al cardamomo, alla lavanda.

Con immenso piacere ho avuto il privilegio di assaggiare la bontà della variante più audace al peperoncino.

Al primo assaggio, oltre ad assaporarne la bontà e genuinità dei sapori, ho subito pensato al classico abbinamento del peperoncino con il cioccolato, arricchito in questo caso dalla rotondità dei lamponi, materia prima della composta.

Ecco che nascono i miei cioccolatini. 

Sublimi e di facile realizzazione.

Grazie Lamponi dei Monti Cimini per l’assaggio!

IMG_2759

Cioccolatini ripieni con composta di lamponi al peperoncino
Deliziosi cioccolatini dark con ripieno al lampone e peperoncino
Write a review
Print
Prep Time
30 min
Prep Time
30 min
Ingredients
  1. 250 g di cioccolato fondente al 70%
  2. 100 g di composta al peperoncino Lamponi dei Monti Cimini
  3. 2 frollini integrali
Instructions
  1. Sciogliere 2/3 del cioccolato a bagnomaria e riempire gli appositi spazi di uno stampo in silicone per cioccolatini o per cubetti di ghiaccio per 1/3. Coprire con pellicola e riporre in frigorifero per almeno 3 ore.
  2. Con un batticarne, rompere a pezzetti i frollini e mischiarli alla composta in modo omogeneo.
  3. Riempire gli stampi con un cucchiaino di ripieno per ogni spazio, facendo attenzione a lasciare ancora 1/3 di spazio per la fase successiva.
  4. Riporre in frigorifero 30 minuti e sciogliere il restante cioccolato a bagnomaria.
  5. Riempire il restante spazio con il cioccolato fuso, di modo da sigillare i cioccolatini.
  6. Riporre in frigorifero almeno 3 ore o meglio tutta la notte.
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/

Tarte yogurt e fichi

Arrivo con questo post dopo una settimana molto intensa.

Una settimana che mi ha dato una carica pazzesca, mi ha aperto la mente verso un futuro pieno di progetti.

In seguito all’incontro tra noi iFoodies e Kasanova, sono arrivata a casa ricca dentro e fuori, infatti non potevo non uscire dallo store con un nuovo stampo. Ecco quindi che nasce la Tarte yogurt e fichi in questo stampo rettangolare pazzesco che cercavo da mesi.

Un dolcetto adatto ad aprire le danze dell’autunno, per la presenza dei fichi, dolci al punto giusto per coccolarci nelle prime mattine fredde, dopo la torrida estate che abbiamo vissuto.

Un dolcetto ottimo sia a colazione che a merenda, che come dessert alla fine di una cena.

La frolla è light e croccante, il ripieno morbido ed estremamente dolce.

IMG_2549

Accompagno questo post con la mia prima Video Ricetta.

Vi aspetto sul mio canale YouTube. Link al video qui: https://www.youtube.com/watch?v=RCQ-uOW7Ov0

 

Baci

IMG_2527 IMG_2560

IMG_2537

Tarte yogurt e fichi
Un dolce che da il benvenuto all'autunno
Write a review
Print
Prep Time
40 min
Cook Time
45 min
Total Time
1 hr 30 min
Prep Time
40 min
Cook Time
45 min
Total Time
1 hr 30 min
Ingredients
  1. Per la frolla light
  2. 300 g di farina
  3. 150 g di zucchero
  4. 2 uova intere
  5. 100 g di olio di mais
  6. un pizzico di sale
  7. 1 cucchiaino di lievito per dolci
  8. Per la crema
  9. 2 vasetti di yogurt a piacere (io alla fragola)
  10. 50 g di zucchero (se volete potete diminuire le dosi di 20 g)
  11. 1 uovo intero
  12. A piacere polpa di fico a pezzi
  13. Per la decorazione
  14. 2 fichi tagliati a fettine con la buccia ben lavati
Instructions
  1. Preparate la frolla inserendo tutti gli ingredienti in un mixer e impastando per qualche minuto. In alternativa versate gli ingredienti secchi a fontana e cominciate unendo l'uovo e infine l'olio e impastate velocemente con le mani.
  2. Mettete il panetto a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti o meglio preparatelo il giorno prima e congelatelo. La pasta risulterà ancora più croccante.
  3. Tirate fuori il panetto dal frigorifero (se dal freezer almeno 10 minuti prima) e stendentelo velocemente infarinando bene sia il piano di lavoro che il mattarello. Inserite la pasta nello stampo e premete bene con le mani facendola aderire bene. Lo stampo deve essere prima unto con olio o burro e infarinato. (Vi rimando al video per ulteriori istruzioni)
  4. Posizionate un rettangolo di carta forno sulla pasta e adagiate le sfere per la cottura in forno o in alternativa dei legumi secchi. Fate cuocere 15 minuti in forno caldo a 200°.
  5. Preparate la crema sbattendo uovo e zucchero e aggiungendo lo yogurt.
  6. Versate la crema sulla tarte vuota parzialmente cotta e decorate con le fettine di fico. Se volete potete spolverare con zucchero semolato e infornate in forno caldo per almeno 30 minuti a 200° finchè la pasta sarà bella dorata.
  7. Gustate fredda.
Notes
  1. Per aiutarvi con la stesura della pasta frolla, adagiate un foglio di carta forno tra la pasta da tirare e il mattarello.
Lamiacasashabby http://www.lamiacasashabby.ifood.it/
CONSIGLIA Crostoni di pane con asparagi uova e senape